L’azienda Agricola Biologica Modolo è nata agli inizi degli anni ’80 grazie alla tenacia e all’impegno di Romano e di sua moglie Giuliana. Sorge nel cuore dell’Appennino piacentino, precisamente a Predalbora, un piccolo paese semi abbandonato, sulle montagne di una valle ancora selvaggia, rigogliosa di boschi e percorsa da un mite torrente che le ha regalato il nome: la Val Nure. In questa valle, lontana dal traffico e dalla frenesia della civiltà, scorrono tranquille e a misura d’uomo sia la vita che l’agricoltura. L’azienda è nata percorrendo la strada dell’agricoltura biologica, infatti sono state scelte le produzioni minori, maggiore fatica, minor tempo a disposizione, ma in cambio si ottengono produzioni controllate di altissima qualità. Le api raccolgono i nettari della valle dai 300 sino ai 1200 metri di altitudine.

La famiglia Modolo non si occupa solo di miele, a salvaguardia della biodiversità coltivano varietà antiche di frutta, piante di goji, zafferano, nocciole, piante officinali ed essenze arboree che danno rifugio a insetti, piccoli mammiferi e uccelli di ogni genere: questi non solo arricchiscono il mosaico della vita, ma recuperano e abbelliscono terreni marginali che altrimenti sarebbero abbandonati a loro stessi. Molte delle cose che si fanno in azienda ogni giorno non hanno una “resa economica”, sono faticose e costano tempo, ma sono in grado di illuminare le giornate di chi se ne occupa. Dopo tanti anni a produrre miele, verdura e frutta biologica, infatti, l’azienda ha capito una lezione importante: la buona agricoltura non distrugge l’ambiente ma celebra la vita. E con questa filosofia continuano a seguire le api, fioritura dopo fioritura, stagione dopo stagione.