"Perchè le cose ci appaiono cosi come appaiono"?

Questa è una domanda che ci poniamo tutti almeno una volta.

Anche Kurt Koffka (psicologo tedesco) si domandava il perchè. 

Il progetto fotografico nasce appunto per cercare di rispondere

a questo quesito basato sullo studio della percezione.

Grazie all'aiuto e alla professionalità della psicologa/psicoterapeuta Francesca Vecchiotti

abbiamo raccolto le risposte di ogni persona, 

suddivise per sesso, età, regione o nazione di appartenenza.

Ad ognuno di loro è stato chiesto cosa rappresentasse la fotografia che stavano osservando,

nonostante si trattasse di fumo.

Molti hanno "visto la stessa cosa", perchè?

Ognuno di noi ha delle rappresentazioni mentali di ciò che ci circonda.

Di fronte ad uno stimolo astratto ci mettiamo a riorganizzare i pezzettini

di ciò che abbiamo davanti in qualcosa che per noi è familiare.

Cosi quel fumo per noi diventa subito qualcosa di conosciuto.

Forse la maggior parte di noi avrà osservato volti di donne o uomini, oppure animali.

Tendiamo ad ordinare immagini disordinate. 

Sono illusioni subcoscenti.

Ci riconducono ad immagini per noi note.

Tutto questo è molto affascinante e se provassimo a narrare l'immagine che ci appare,

potremmo anche dire che la nostra percezione può derivare anche dalla nostra emotività

Grazie alla psicologa/psicoterapeuta Francesca Vecchiotti per la sua analisi.

Provateci anche voi, analizzate ogni foto e date la vostra interpretazione.